Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su OK o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.







BERGAMO SMART CITY

Soci Fondatori

Smart city, Agenda Urbana Ue: appuntamento a Bruxelles il 17 febbraio

Incontro istituzionale per un’Agenda Urbana d’Europa che affronti le grandi sfide del XXI secolo: sostenibilità energetica, formazione, inquinamento, crescita a basso impatto, occupazione, smart city, mobilità intelligente, trasporti, innovazione.

Si terrà presso la sede della Commissione europea a Bruxelles, il 17 e 18 febbraio 2014, la conferenza CiTIEs, "Cities of Tomorrow: Investing in Europe". Obiettivo dell'incontro è fissare i punti chiave per pianificare la prima Agenda Urbana d'Europa.

Saranno coinvolte, a tal fine, le autorità competenti della Commissione stessa e dell'Unione europea, le istituzioni degli Stati membri e le autorità locali, ognuno portatore di istanze, criticità, esperienze e best practice da mettere a fattor comune per una proficua collaborazione in tema di sviluppo urbano sostenibile.

Tre le linee guida per i futuri interventi nel settore urbano: sviluppare una strategia di reale efficienza energetica ("Energy Cities"), applicare le più avanzate soluzioni digitali ed ICT in ambito cittadino ("ICT Cities"), passare ad una mobilità integrata/intermodale-low carbon mobility e alternativa (a piedi, in bicicletta), con un maggior utilizzo di mezzi pubblici e veicoli a trazione elettrica per un abbattimento consistente degli inquinanti ("Mobility Cities").

I principali argomenti in programma e su cui i partecipanti avranno modo di confrontarsi sono: smart city & smart community, economia urbana avanzata, istruzione e formazione, società digitale, agenda digitale europea (nazionale e regionale), efficienza energetica, innovazione ed inclusione sociale, smart mobility, trasporti intelligenti (ITS), crescita economica ed occupazione, inquinamento e rifiuti, ambiente e consumo delle risorse.

Una carta dell'innovazione sostenibile, capillare e inclusiva, economia e sociale, che parte dalla strategia Urban Europe 2014-2020 e che  consenta alle oltre 100 mila città europee, di grandi, medie e piccole dimensioni, di affrontare le enormi sfide del XXI secolo: climatiche, ambientali, economiche, finanziarie, tecnologiche, architettoniche, culturali e sociali.

 di Flavio Fabbri